STATUTO

STATUTO dell’Associazione Gruppo Famiglie Aperte all’Accoglienza di ROVIGO

ART. 1

(Denominazione e sede)

1. L’organizzazione di volontariato, denominata: <<Associazione Gruppo fFmiglie Aperte all’Accoglienza di Rovigo>> assume la forma giuridica di associazione riconosciuta ai sensi del Codice Civile e della normativa in materia.

2. L’organizzazione ha sede in via Vittorio Veneto, 38 nel comune di Rovigo.

ART. 2

(Statuto)

1. L’organizzazione di volontariato <<Associazione Gruppo Famiglie Aperte all’Accoglienza di Rovigo >> è disciplinata dal presente statuto, ed agisce nei limiti della legge 11 agosto 1991 n. 266, delle leggi regionali di attuazione e dei principi generali dell’ordinamento giuridico.

ART. 3

(Efficacia dello statuto)

Lo statuto vincola alla sua osservanza gli aderenti alla organizzazione; esso costituisce la regola fondamentale di comportamento dell’attività della organizzazione stessa.

ART. 4

(Modificazione dello statuto)

Il presente statuto è modificato con deliberazione della assemblea straordinaria adottata con la presenza almeno dei tre quarti degli aderenti e il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

ART. 5

(Interpretazione dello statuto)

Lo statuto è interpretato secondo le regole della interpretazione dei contratti e secondo i criteri dell’articolo 12 delle preleggi al codice civile.

ART. 6

(Finalità)

L’associazione non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale attraverso la costituzione di una rete di nuclei familiari nel territorio, ha come scopo di promuovere, valorizzare e sostenere le accoglienza le attenzione al mondo dei minori provenienti d famiglie in difficoltà (ai sensi della D.G.R. 2123 del 3 maggio 1993 obiettivo di classe A)

L’Associazione, per il perseguimento delle proprie finalità, potrà anche gestire strutture e servizi per minori, giovani e persone o famiglie in difficoltà, attraverso:

– attività formative e informative, sostegno, documentazione, studio e ricerca;

– attività di sensibilizzazione del territorio al fine di promuovere la cultura dell’accoglienza e di reti relazionali adeguate ai bisogni emergenti;

– attività di assistenza, animazione ludico-ricreativa, gestione di soggiorni di vacanza;

–la collaborazione con famiglie, associazioni ed enti che sono impegnati nel mondo del volontariato a sostegno delle famiglie di minori in particolare disagio.

L’Associazione per il raggiungimento del suo scopo potrà costruire, acquistare mobili ed immobili, nonchè assumere ed organizzare, anche in collaborazione e convenzione con Enti pubblici o privati, tutte le altre iniziative che risultino rispondenti alle finalità, destinando all’uopo l’attività degli associati ed il suo patrimonio mobiliare ed immobiliare.

L’associazione potrà avvalersi di figure professionali tramite rapporto di lavoro dipendente e/o prestazioni di lavoro autonomo nei limiti necessari al regolare funzionamento, oppure a qualificare o specializzare l’attività svolta.

L’organizzazione di volontariato opera preferibilmente nel territorio del comune di Rovigo, ma è disponibile a valutazioni di accoglienze provenienti da altre regioni.

ART. 7

(Ammissione)

  1. Sono aderenti dell’organizzazione tutte le persone fisiche che condividono le finalità dell’organizzazione e, mossi da spirito di solidarietà, si impegnano concretamente per realizzarle.

 

Statuto

I commenti sono chiusi.