COS’E’ L’AFFIDO FAMILIARE

L’affido familiare è una forma di volontariato diversa dalle altre,  nel suo specifico il termine più corretto è accoglienza, in quanto la sua attuazione si svolge condividendo quotidianamente la propria casa e la vita di tutti i suoi abitanti,  raramente per giorni,  qualche volta per mesi, molto spesso per anni.

Affido: Affidamento famigliare

L’affidamento familiare è un intervento “a termine” di aiuto e sostegno, particolarmente significativo, che si attua per sopperire al disagio e/o alla difficoltà di un bambino e della sua famiglia che, temporaneamente, non è in grado di occuparsi delle sue necessità affettive, accuditive ed educative. L’affidamento familiare è previsto e regolamentato dalla legge 184/1983 (Disciplina dell’adozione e dell’affidamento dei minori), modificata con la legge 149/2001 ( Diritto del minore ad una famiglia), che prevede il diritto del minore a crescere ed essere educato nell’ambito della propria famiglia (art. 1). Un minore temporaneamente privo di un ambiente familiare idoneo può essere affidato a un’altra famiglia o a persona singola o a una comunità di tipo familiare che gli assicuri il mantenimento, l’educazione, l’istruzione e le relazioni affettive di cui ha bisogno (art. 2).

Questa voce è stata pubblicata in Colonna A. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.